VALENCIA cosa vedere - iviaggidielefra.com
francesca spagna

VALENCIA: cosa vedere

A settembre, come Eleonora, ho avuto l’opportunità di fare un viaggio quasi in solitaria. Dico quasi perché ho accompagnato alcuni studenti della scuola dove lavoro a Valencia, in occasione di un progetto di mobilità internazionale.
I ragazzi soggiornavano da famiglie locali e le giornate le trascorrevano in aziende stage, quindi ho avuto davvero tanto tempo per esplorare la città in solitaria.
Con i ragazzi ho fatto anche una gita di un giorno a Peñíscola e alle Grotte di San José, delle quali vi parlerò prossimamente!
Ma torniamo a Valencia, ecco la mia top 10 delle cose da vedere.

1 – La Lonja

Riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1996, questo bellissimo edificio gotico era utilizzato come luogo di scambio e di contrattazione per la compravendita della seta e di altre merci che arrivavano in città.

VALENCIA: cosa vedere - iviaggidielefra.com

La Lonja de la Seda è costituita da:
– Sala de Contratación: è la sala principale, dove i mercanti si riunivano per firmare i contratti. E’ l’ambiente più spettacolare, con il tetto formato da volte sostenute da cinque file di colonne elicoidali che dividono la sala in tre settori longitudinali.
– Sala Consulado del Mar: era la sede del Tribunale del Mar, il primo tribunale mercantile marino formato in Spagna.
– Patio de los Naranjos: il patio degli aranci, uno spazio tranquillo e rilassante con numerosi alberi di arancio, cipressi e una fontana centrale circondata da panchine in pietra.

2 – Mercado Central

VALENCIA: cosa vedere - iviaggidielefra.com

Di fronte alla Lonja sorge il Mercato Centrale, tappa obbligatoria per gli amanti della gastronomia e dell’architettura.
Infatti il Mercato Centrale si trova in uno degli edifici modernisti più caratteristici della città: la struttura è costituita da colonne in ferro, piastrelle decorate e vetrate colorate.
All’interno il mercato conta più di 1200 bancarelle sulle quali spiccano frutta, verdura, carni, formaggi e pesce. All’interno si possono trovare numerosi banchi dove consumare i prodotti freschi.

3 – Plaça de l’Ajuntament

E’ una delle piazze più importanti di Valencia e considerata centro nevralgico della città.
Nella Plaça del Ayuntamient è possibile osservare numerosi edifici modernisti che ospitano istituzioni pubbliche come il comune di Valencia e l’edificio delle Poste.

VALENCIA: cosa vedere - iviaggidielefra.com

A poca distanza si trova anche Plaça de la Reina, attorno alla quale si trovano un sacco di ristoranti e negozi.

4 – Cattedrale di Valencia

VALENCIA: cosa vedere - iviaggidielefra.com

La Cattedrale di Valencia si trova in Plaça de la Virgen, nel centro storico della città.
Già tempio romano, poi moschea e infine chiesa cattolica, la Cattedrale racchiude portali romanici, torri gotiche, cappelle barocche.
Merita una visita anche il Miguelete, il campanile che sorge a fianco: dopo 207 scalini si viene ripagati da una vista a 360° su tutta la città.

5 – Jardins del Turia

Se volete fare un pic nic o una bella passeggiata in mezzo al verde, i Giardini del Turia fanno al caso vostro. Uno dei parchi naturali urbani più grandi della Spagna, lungo oltre nove chilometri, si distende dal Parco di Cabècera fino alla Ciutad de las Artes y las Ciencias. Ospita ai suoi argini numerosi musei e monumenti. Argini perché questo un parco verde e curatissimo è stato realizzato all’interno del letto del fiume Turia.

6 – Ciutat de les Arts i les Ciències

VALENCIA: cosa vedere - iviaggidielefra.com

La Città della Scienza è uno strepitoso complesso architettonico progettato da Santiago Calatrava, diviso in sei grandi sezioni:
– Palazzo delle Arti: ospita quattro teatri dedicati a lirica, sinfonica, balletti e spettacoli teatrali. Per questo edificio Calatrava ha pensato ad una nave che solca il mare fino ad arrivare nel letto del fiume Turia.
– Umbracle: è una passeggiata panoramica formata da granito, legno, acciaio e opere d’arte. E’ formata da archi ricoperti di piante rampicanti come caprifoglio e bouganvillea.
– Hemisfèric: ospita un grande planetario adibito anche a proiezioni di film e documentari.
– Museo della Scienza: è il più grande museo della Spagna, all’interno custodisce uno dei più grandi pendoli di Focault al mondo.
– Oceanografic: ospita circa 500 specie di animali e sono riprodotti ambienti marini di buona parte del pianeta.
– Agorà: ancora in costruzione, ospiterà manifestazioni sportive ed eventi al chiuso.

7 – Le spiagge

Ad una ventina di minuti dal centro si trovano le due spiagge cittadine: la Malvarrosa e Las Arenas.

Entrambe le spiagge sono dotate di numerosi servizi, negozi e ristoranti. C’è inoltre la possibilità di noleggiare tavole da surf e altre varie attrezzature sportive.

8 – Mercado de Colòn

Se vi trovate nel quartiere Eixample vi consiglio di visitare il Mercado di Colòn.
Edificato agli inizi del Novecento e recentemente restaurato, ospita numerosi bar e ristoranti sia al piano terra che al piano inferiore.
E’ il posto ideale per gustarsi una buona colazione o un ottimo pasto.

9 – Estaciòn del Norte

Sempre nel quartiere dell’Eixample si trova la Stazione del Nord, una delle stazioni ferroviarie più trafficate di Spagna
La sua architettura presenta influenze moderniste, in particolare la sua facciata è piena di richiami all’industria valenciana come arance, fiori ed altri motivi legati all’agricoltura, incluso un riferimento allo scudo araldico di Valencia, che rappresenta perfettamente il contrasto tra modernismo e tradizione, tra rurale e urbano.

10 – Torres de Serranos e Torres de Quart

Nel quartiere del Carmen si trovano le Torri di Serranos, costruite nel 1392 come difesa di uno degli accessi più trafficati dell’antica Valencia e come simbolo della potenza commerciale della città. Nel corso degli anni, a seguito di un incendio che distrusse le carceri, le torri sono state ridestinate a prigioni per detenuti di origine nobile.
Nello stesso quartiere, ad una decina di minuti a piedi, si possono raggiungere le torri di Quart.

Costruite seguendo il modello delle torri del Castel Nuovo di Napoli, sono state anch’esse progettate come porte per la difesa della città ed in seguito destinate a carcere femminile. Le Torri di Quart furono il punto chiave per le truppe napoleoniche durante la Guerra d’Indipendenza contro i francesi. Si possono ancora osservare i segni delle cannonate sui loro torrioni.

Siamo arrivati al termine della lista delle 10 cose che secondo me bisogna assolutamente vedere a Valencia.
Voi l’avete mai visitata? Quali sono i posti che avete amato di più di questa città?

A presto

Francesca

Condividi:

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *